FidiToscana » Agevolazioni di Credito » Imprese commercio e turismo » Fondo Rotativo Commercio e Turismo
 
Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2013
      Regione Toscana      
· FAS 2007-2013 - Linea intervento 1.4 Azione 2.1 (Commercio) e Azione 2.2 (Turismo)

Agevolazioni nella forma di aiuti rimborsabili a tasso zero a favore delle PMI commerciali e delle PMI operanti nel settore del turismo. Decreto Dirigenziale Regione Toscana n. 580 del 22/02/2011.

Scheda informativa Decreto Dirigenziale n. 580 del 22/02/2011 (formato pdf) » Bando allegato a) al Decreto (formato pdf) »
LR 28/2005 Testo unico sul Commercio »

LR 42/2000 Testo unico sul Turismo » DGRT 349/2001 Individuazione e definizione imprese turistiche »
Modulistica
Modulo di domanda (Allegato 1)»

Scheda Tecnica
(Allegato 2) »
Dichiarazione sostitutiva (Allegato 3) »
Dichiarazione D.P.C.M. 23/05/07 (Allegato 4) » Dichiarazione rispetto normativa ambientale (Allegato 5) » Dichiarazione “de minimis” (Allegato 6) »
Dichiarazione consenso privacy (Allegato 7) » Relazione tecnica newco (Allegato 8)»  
Graduatorie
DD 4620/2011 “Turismo” (formato pdf) » DD 4620/2011 “Turismo” - Allegato domande ammesse (formato pdf) » DD 4620 /2011 “Turismo” – Allegato domande non ammesse (formato pdf) »
DD 4631/2011 “Commercio” (formato pdf) » DD 4631/2011 “Commercio” - Allegato domande ammesse (formato pdf) » DD 4631/2011 “Commercio” – - Allegato domande non ammesse (formato pdf) »
Modulistica per l'Erogazione
Schema di riepilogo (formato word) » Richiesta erogazione Turismo (formato doc) » Dichiarazione obblighi del beneficiario turismo (formato pdf) »
Richiesta erogazione commercio (formato doc) » Dichiarazione obblighi del beneficiario commercio (formato pdf) » Schema di garanzia fidejussoria (formato doc) »
Certificazione Antimafia (formato doc) »  

Le domande potranno essere presentate dal 10 marzo al 9 maggio 2011.

FINALITA'
Consolidare lo sviluppo qualificato delle imprese del commercio e del turismo, attraverso agevolazioni agli investimenti rivolti al miglioramento, ammodernamento e adeguamento delle strutture.


NATURA DELL'INTERVENTO
Finanziamenti fino al 75% dell’investimento ammissibile, nel limite massimo di Euro 80.000,00, per le imprese commerciali e fino al 40% dell’investimento ammissibile, nel limite massimo di Euro 200.000,00, per le imprese turistiche. L’aiuto è concesso in regime “de minimis” (Reg. CE 1998/06).

Sono ammissibili all’agevolazione progetti di spesa con investimento ammissibile uguale o superiore ad euro 20.000,00 per le imprese commerciali e ad euro 70.000,00 per le imprese turistiche.



MODALITA' DI EROGAZIONE
L'erogazione del finanziamento spettante al beneficiario è disposta con Decreto della Regione Toscana, è subordinata alla stipula di un contratto secondo lo schema approvato dalla Regione Toscana e può avvenire con le seguenti modalità:

  • Richiesta di erogazione con anticipo dell’80% del finanziamento a tasso zero.

    L’erogazione è subordinata alla presentazione dell’apposito modulo di richiesta di erogazione, completo della documentazione di seguito elencata:
    a. fideiussione rilasciata da banche, assicurazioni o intermediari finanziari di cui all'art. 107 TUB conforme allo schema approvato dalla Giunta regionale, a garanzia dell'anticipo concesso.
    b. certificazione antimafia, nei casi previsti dalla normativa vigente in materia

  • Richiesta di erogazione dell’aiuto rimborsabile a saldo con rendicontazione finale dell’investimento.

    L’erogazione è subordinata alla presentazione dell’apposito modulo di richiesta di erogazione da inoltrare entro un mese dall’ultimazione del programma di investimento pena la decadenza del beneficio completo della documentazione di seguito elencata:
    a. nel caso di interventi che richiedono titolo edilizio, dichiarazione del Direttore dei Lavori attestante la corrispondenza dei lavori e delle spese alle opere dichiarate nella domanda di ammissione e copia della certificazione di agibilità/abitabilità o dichiarazione del Direttore dei Lavori, così come previsto dalla vigente normativa, nel caso di interventi strutturali;
    b. documentazione fiscale attestante il sostenimento dei costi di investimento (fatture o documentazione probatoria equivalente), in copia conforme sui cui originali dovrà essere apposto in modo indelebile, a cura del soggetto beneficiario, un timbro di imputazione della spesa recante la dicitura “FAS 2007-2013 – Linea 1.4 – Azione 2.1.(ovvero Azione 2.2) - Spesa rendicontata e imputata al progetto ……………. (indicare codice identificativo del progetto) per Euro……… Rendicontazione effettuata in data…………. );
    c. documentazione relativa al pagamento rappresentata dalla ricevuta contabile del bonifico o altro documento relativo allo strumento di pagamento bancario prescelto di cui sia documentato il sottostante movimento finanziario, con indicazione nella causale degli estremi del titolo di spesa cui il pagamento si riferisce, riepilogati da una distinta, suddivisa per anno e tipologia di investimento, dei giustificativi della spesa sostenuta (fac-simile dello schema di riepilogo per rendicontazione) Qualsiasi altra forma di pagamento comporta l’esclusione del relativo importo dalle agevolazione;
    d. relazione finale. Tale relazione, sottoscritta dal legale rappresentante dell'impresa beneficiaria, deve contenere una descrizione puntuale:
  • delle attività svolte, preferibilmente articolata nelle diverse fasi che le hanno caratterizzate;

  • dei risultati prodotti;

  • dei tempi di attuazione delle attività; realizzate;

  • e. nel caso di attribuzione di punteggio di priorità relativo a certificazioni non possedute al momento della domanda ma per le quali si erano già avviate le procedure per l’ottenimento, copia dell’attestato rilasciato con l’ottenimento della certificazione. A tale scopo può essere sufficiente anche l’attestato provvisorio rilasciato dall’ente preposto ovvero la dichiarazione di avvenuto completamento dell’iter previsto, resa da parte del consulente che ha curato la pratica; in entrambi i casi l’attestato definitivo di ottenimento della certificazione dovrà essere presentato al soggetto gestore entro e non oltre 12 mesi dalla rendicontazione finale dell’intervento;
    f. nel caso di dichiarazione di incremento occupazionale, documentazione attestante la realizzazione dello stesso nel periodo che decorre dalla presentazione della domanda alla realizzazione del progetto;
    g. certificazione antimafia, nei casi previsti dalla normativa vigente in materia;
    h. dichiarazione inerente agli obblighi del beneficiario


    L’erogazione dell’aiuto è subordinata alla verifica del mantenimento dei requisiti posti per l’accesso dell’aiuto stesso.

    Per maggiori informazioni:


    numero verde: 800.327.723
    dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 12:00

    © Fidi Toscana SpA · Viale G. Mazzini 46 · 50132 Firenze · tel. 055 23841 · mail@fiditoscana.it